Irene Arcolini

Psicologa psicoterapeuta ad indirizzo sistemico relazionale, didatta presso il Centro Milanese di Terapia della Famiglia, socio della SIRTS. Libero professionista a Milano si occupa di terapia della famiglia, coppia ed individui. Da anni lavora in ambito della tutela minorile per la valutazione e la presa in carico di situazioni complesse su incarico dell’autorità giudiziaria (separazioni conflittuali, maltrattamento familiare, famiglie multiproblematiche) presso i Servizi Sociali del comune di Monza e altri comuni della Brianza. Tiene corsi e seminari sui temi della violenza e sui disturbi di apprendimento.

Si laurea a Padova nel 1995 in psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione e per i successivi 15 anni si occupa dell’infanzia nei servizi Neurologia Dello Sviluppo e Neuropsichiatria Infantile della Fondazione Istituto Neurologico Nazionale “C. Besta” di Milano. Presso lo stesso Istituto svolgerà attività di ricerca per il Metodo Feuerstein acquisendone, in Italia ed all’estero, competenze valutative, riabilitative e formative.

Curiosa di acquisire molteplici lenti per leggere la realtà ha approfondito ed esplora differenti approcci teorici (Neuropsicologica, Cognitivismo, Intersoggettività)

Irene Arcolini CMTF
shadow

Care colleghe e cari colleghi, care studentesse e cari studenti,

il Centro Milanese di Terapia della Famiglia, in accordo con le competenti Autorità in materia, ha adottato misure a tutela della salute pubblica e del sereno funzionamento delle nostre attività istituzionali.

Da lunedì 24 febbraio fino a sabato 29 febbraio, a titolo cautelativo e precauzionale, sono sospese tutte le attività didattiche (lezioni, laboratori, esercitazioni, seminari e attività cliniche). Vengono garantiti i servizi amministrativi che non comportino ricevimento al pubblico.

Le restanti attività lavorative di docenti e personale tecnico-amministrativo proseguiranno normalmente (salvo che per i dipendenti residenti nei Comuni citati nell'Ordinanza ministeriale); ulteriori indicazioni, comunque, potranno essere fornite, quando indispensabile e opportuno.

In assenza di diverse indicazioni da parte delle Autorità, tutte le attività potranno normalmente riprendere lunedì 2 marzo. In particolare, le attività didattiche sono rinviate esattamente di una settimana.

Le misure che abbiamo deciso di intraprendere, sono a titolo cautelativo e volte a ridurre al minimo la mobilità nella Regione, ecco perché è opportuno sospendere tutte quelle attività, soprattutto ad accesso non controllato, che prevedano aggregazione continuata di studenti e docenti.

Naturalmente le date e le scadenze del calendario didattico e clinico saranno adeguate di conseguenza.

La nostra azione avviene e proseguirà in stretto contatto con le Autorità civili e sanitarie.

Informeremo studenti, personale e cittadinanza con tempestività riguardo ad ogni aggiornamento utile.

Il Direttore del CMTF

Prof. Pietro Barbetta